OMAGGIO con una spesa minima di 10€ - Scegli il tuo
Note per una ricerca corretta
< < Indietro

  
Copertina MAGNUS n. - CANTO DI NATALE, ALESSANDRO EDITORE
L'immagine è puramente illustrativa, la descrizione dettagliata, qualora si renda necessaria verrà fornita al momento dell'ordine.

CANTO DI NATALE

Editore: ALESSANDRO EDITORE
Collana: MAGNUS

250,00
antiquariato Antiquariato

Disponibilità: 0 copieMANCOLISTACONDIVIDISCHEDA
Data di uscita: 30/10/2008
Tiratura: 100 copie
Numerate: si
Formato: 350x480
Anno di pubblicazione: 2008
Firma dell'autore: no
Tavole: 23

Descrizione:
IL CANTO DI NATALE
SECONDO MAGNUS

Un inedito di Magnus fa sempre notizia, tanto più se riguarda un lavoro giovanile realizzato prima del debutto fumettistico, che apre un ulteriore squarcio sul percorso artistico dell'autore.
È il 1961 e Roberto Raviola –non ancora Magnus- da poco laureato all'Accademia delle Belle Arti, non ha ancora iniziato la sua carriera fumettistica. Ma ha già alle spalle un passato d'autore, infatti, ha già realizzato numerosi lavori, in parte legati agli studi, in parte invece a interessi personali. Si tratta di illustrazioni –a colori o in bianco e nero- dipinti, e anche fumetti, di solito limitati a poche pagine. A fianco di questi vi sono anche vari lavori di stampo goliardico, in tono con l'ambiente universitario frequentato, di argomento vario, spesso satireggianti amici, compagni, professori…
In questo filone si inserisce questo racconto ritrovato di recente, in cui il giovane autore propone una sua versione del celebre "Canto di Natale" di Dickens. Si tratta in realtà di una simpatica presa in giro dell'amico fraterno Carlo Santachiara, con cui condivide la passione per i fumetti. Come per altri lavori del periodo, si tratta di "un'incompiuta", che cioè si esaurisce in un numero limitato di pagine, senza una vera conclusione. In cui però si evidenzia già tutto il talento di Bob la Volpe, come Magnus si firma all'epoca.
Su carta ruvida pesante, usando un inchiostro color seppia per simulare "l'antichità" del libro, Bob la Volpe realizza la sua versione dell'opera dickensiana inserendo nel testo –scritto in un pregevole stile gotico con un pennino da calligrafo- bellissime illustrazioni realizzate a tempera, che già evidenziano il suo indiscutibile talento di disegnatore e illustratore.
Tre anni dopo sarebbe iniziata la sua avventura che l'avrebbe portato, da aspirante fumettista, a divenire l'amatissimo Magnus, cioè uno degli autori più importanti della sua epoca.

IL CANTO DI NATALE DI MAGNUS viene proposto in un elegante portfolio costituito di 23 fogli formato 32x45 cm, su carta ruvida pesante a immagine del lavoro originale, con copertina-raccoglitore, che contiene la riproduzione in formato 1:1 dell'opera, arricchito dagli ingrandimenti delle illustrazioni a colori, riproposte singolarmente.
Disegnatore
MAGNUS (Roberto RAVIOLA)Biografia

Gallery